Cranio Sacrale

Per il tuo benessere

Alla fine dell’800 un osteopata americano, William Gardner Sutherland, dimostrò che anche il cranio è fatto per muoversi, un concetto al di fuori dell’immaginario comune di vederlo come una scatola cranica rigida. Da queste intuizioni e successivi studi dobbiamo sia la scoperta che le manovre dell’osteopatia cranica e del sistema Cranio Sacrale.

Quest’ultimo è oggi riconosciuto dalla medicina ufficiale anche se alcuni meccanismi e fenomeni relativi alla sua messa in pratica sono di difficile spiegazione.

Movimento Respiratorio Primario

Alla nascita il cranio del neonato è una membrana – la diploe – e le ossa non sono saldate. Quando l’osso viene a formarsi viene a contatto con il suo vicino e si crea un congiungimento tra di essi condizionato dai continui movimenti del liquido cefalo rachideo sottostante. Motivo per il quale queste strutture sono mobili e non saldate tra di loro.

In particolare, alla base del cranio è posizionato un osso – lo sfenoide – che si articola con tutte le altre ossa del cranio e della faccia e dà origine al fenomeno chiamato Movimento Respiratorio Primario o M.R.P., chiamato così perchè si manifesta ancor prima della nascita e della respirazione polmonare.

La mobilitazione dello sfenoide agisce sull’insieme delle altre ossa che si spostano in funzione della sfaccettatura delle suture intere ossee. Ne risultano due cambiamenti della forma del cranio chiamati Flessione ed Estensione (o Inspirazione ed Espirazione cranica). Tramite la colonna vertebrale e il sacco durale questi movimenti coinvolgono anche il sacro.

Il M.R.P. ha un suo ritmo, una pulsazione propria che cambia in funzione al nostro stato di salute o di stress e dura tutta la vita ma non ha nulla  a che vedere con il ritmo della respirazione o della circolazione sanguigna.

Il terapista percepisce le pulsazioni delle strutture del cranio e del sacro e agisce per riequilibrarli attraverso manipolazioni mirate.

Indicazioni del Cranio Sacrale

Cranio Sacrale per il torcicollo congenitoIl sistema Cranio Sacrale è strettamente collegato ai seguenti sistemi ed apparati che influenza e, a sua volta, viene influenzato in caso di anomalie funzionali:

  • Sistema Nervoso
  • Sistema Locomotore
  • Sistema Circolatorio
  • Sistema Linfatico
  • Sistema Endocrino
  • Apparato Respiratorio

E’ un trattamento indicato quindi per diverse patologie, queste le principali:

Problemi di statica
- Tutti i problemi di cifoscogliosi
- Torcicollo congenito
- Problemi di arti inferiori (varo, lussazione dell’anca, lussazione della rotula, piedi piatti)

Ritardi di sviluppo neuromotorio
- Ritardo nel mantenimento della testa
- Difficoltà a camminare a carponi
- Difficoltà di equilibrio

Deformazioni toraciche

Patologie del sistema nervoso
- Disturbi del sonno
- Disturbi del linguaggio o della scrittura
- Disturbi di coordinazione motrice
- Instabilità  nervosa e pianti continui
- Problemi ai nervi cranici che possono provocare strabismo, difficoltà nella deglutizione e problemi cardiopolmonari

Patologie circolatorie
- Emicranie del bambino
- Congestione del viso

Disturbi metabolici

Disturbi della vista
- Strabismo

Patologia della sfera o.r.l.
- Sinusite
- Rinite allergica
- Asma
- Otite
- Modificazione dell’udito

Problemi dentali